Vignette

I Democratici di Perugia incontrano la città

Verifica questa notizia !

Articolo pubblicato sul Corriere dell’Umbria il 9.4.2009

Si sta concludendo il lungo e profondo percorso di ascolto e di confronto che il PD di Perugia ha promosso per formulare il programma per le elezioni amministrative, per costruire la Città delle Persone.

In più di cinque mesi un gruppo di lavoro di diverse persone, di differenti età ed esperienze, si è incontrato con una moltitudine di soggetti spaziando dalla rappresentanza di impresa, alle aziende in difficoltà, ai rappresentanti dei lavoratori e dei pensionati, ecomusei, volontariato, cooperazione, Caritas, ordini professionali, l’Accademia delle Belle Arti, farmacie, centri di saluti e tanti altri.

E’ stato positivo rilevare come da parte di tutti i soggetti, anche quelli meno orientati politicamente, si sia manifestata la aperta volontà di sentirsi partecipi del percorso e di collaborare ad una idea di città che sembra convincere.

Negli incontri si sono manifestate diverse preoccupazioni per il futuro uniti tuttavia a  fiducia e voglia di fare, con proposte e soluzioni e volontà di mettersi a disposizione.

Le questioni più sentite riguardano l’incertezza del lavoro che si è accresciuta negli ultimi tempi con l’incedere della crisi economica, gli aspetti legati al bisogno di vivere sicuri, le difficoltà di accesso al credito per le imprese e per i giovani, migliorare e potenziare le integrazioni delle reti di servizi specialmente quelli socio sanitari che la recessione sta mettendo in difficoltà.

Si è rilevata una attenzione particolare e generalizzata agli aspetti legati a quello che chiamiamo “Arrivare a Perugia” con riguardo alla urgente necessità di risolvere il problema dei grandi nodi viari che attraversano il capoluogo e il suo collegamento all’alta velocità ferroviaria.

Il tema dell’arrivare volge tuttavia l’attenzione anche agli aspetti che riguardano il paesaggio, il decoro e la vivibilità urbana che, se vuole essere fonte di valore e di ricchezza per il futuro dovrà essere guardato da un punto di vista diverso, non più solo di tutela ma di vero e proprio investimento.

In questo senso si sente l’esigenza di riqualificare spazi cittadini importanti come alcune parti del Centro Storico e della città del ‘900 (Elce, Via dei Filosofi, Via XX Settembre ecc.) che, insieme ai progetti Monteluce e Mercato coperto, possano rappresentare l’esempio di opere pubbliche al servizio dei cittadini e di una idea di identità cittadina in cui il turista sia salutato come ospite e non come straniero che porta soltanto soldi.

Particolarmente sentito è il tema dell’innovazione che è individuata come la chiave di volta per dare soluzione a questioni importanti come il clima e l’energia e anche, in chiave più locale,  al rapporto fra cittadini e pubblica amministrazione sia per quello che riguarda la partecipazione alle decisioni pubbliche che per snellire e rendere più efficienti i servizi.

L’innovazione può essere decisiva anche per dare risposte alle domande di sicurezza e per contribuire alla formazione di una nuova cultura, mettendo a rete gli spazi per valorizzare le esperienze territoriali in chiave cittadina.
Nei giorni a venire, oltre all’impegno di proseguire con gli incontri già programmati, il PD si concentrerà sulla formulazione di una proposta programmatica da presentare in sei assemblee territoriali in cui verranno chiamati ad intervenire e a collaborare tutti i soggetti fin qui incontrati.

A queste si aggiungeranno altre iniziative tematiche su questioni specifiche come l’accesso al credito e un seminario sulla Pubblica amministrazione dove le diverse categorie e i rappresentanti delle organizzazioni di consumatori e di cittadini attivi possano incontrarsi insieme al PD e al candidato sindaco Boccali.

Siamo consapevoli di come la Città delle persone sia un progetto ambizioso, per questo la nostra volontà è quella di non farne solo uno slogan elettorale ma un vero e proprio piano di lavoro articolato, da costruire con i cittadini in maniera condivisa e partecipata.

Giacomo Leonelli, Nicola Mariuccini

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>