Vignette

Oltre il “Porcellum”

Verifica questa notizia !

I plebisciti o referendum sono entusiasmanti e danno voce ai cittadini inducendo i partiti a far bene.

La pratica di legiferare mediante referendum tuttavia, rischia di promuovere l’idea di una democrazia plebiscitaria magari da contrapporre, da sinistra, al populismo berlusconiano.

Il prof. Mauro Volpi ieri, nel corso di un incontro organizzato dal PD, ha detto con chiarezza che le norme abrogate non sono soggette a “reviviscenza”.

La via referendaria all’abrogazione del “Porcellum” (legge elettorale attuale che prevede le liste bloccate e non le preferenze) produrrebbe pertanto un vuoto legislativo che lo renderebbe inammissibile.

Non mi sembra il caso di attardarsi in dispute giurisprudenziali che lascerei alla dotttrina.

La politica dia risposte, presentando una proposta di legge in Parlamento che ripristini collegi e preferenze.

I partiti che vogliano ascoltare la voce forte dei cittadini che desiderano riappropiarsi del diritto a scegliere la rappresentanza, si facciano interpreti di una azione politica forte e unitaria che conduca al più presto al superamento per via ordinaria di questa odiosa legge elettorale che fa male alla politica distanziandola dai cittadini.

La nostra costituzione è nata, dopo il ventennio fascista, per impedire la formazione di nuovi populismi e contiene in sé tutti gli anticorpi per frenare l’illusione di potere che essi ingenerano nei cittadini e che servono solo a sottrarre spazi alla democrazia, rispettiamola e usiamo quanto da essa disposto.

LIbertà è sempre partecipazione ma non sempre partecipazione è libertà.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>