Vignette

Teatro e Poesia nel Borgo “LAUDE PERUGINE DEL 1300” di Sergio Ragni – Associazione Rivivi borgo S.Antonio

Verifica questa notizia !

LAUDE PERUGINE DEL 1300
Il più importante esempio di teatro religioso italiano nel medioevo

CORO

Chi sé tu che tanta luce

Dai a queste scure parti?

Chi sé tu che che ci conduci

e sopra di noi hai tali carte?

Chi sé tu, cotanto chiaro?

Chi sé tu, cotanto bello?

Chi sé tu ch’al mondo amaro

dai così mortal flagello?

Chi sé tu senza peccato?

Chi sé tu nel mondo immacolato?

Letture tratte dal coro del Laudario perugino – La resurrezione – di Anonimo

* * *

Bella lezione di Sergio Ragni sulla lauda perugina del 1300.

Nella suggestiva cornice della chiesa di S.Antonio abate in corso Bersaglieri a Perugia si è tenuta venerdi 6 aprile una “lectio” corredata di letture di E.Mosconi e F.Minciarelli,  tratte dalle laudi di Jacopone da Todi e dal laudario Perugino.

Interessante capire come, oltre al fatto che il fenomeno popolare della lauda arriva in Italia circa 100 anni più tardi che nel resto di Europa, esso da noi si afferma non dentro le chiese ma al di fuori, sul sagrato esterno.

Ciò per volontà delle istituzioni religiose che ritennero le messe in scena che le preghiere stavano assumendo, troppo complicate per essere rappresentate in chiesa.

Forse la vicinanza con la chiesa romana implicava un controllo più stretto della applicazione delle tradizioni e inibiva le mutazioni culturali e linguistiche che i popoli stavano attuando forzando la mano alla solennità del Latino.

A Perugia le laudi si tenevano in Piazza IV Novembre (già Piazza Grande)

Al modulo popolareggiante della lauda, Jacopone aggiunge i toni individuali di un’anima inquieta e tormentata. Le sue 93 laudae, nella forma di ballate in settenari e ottonari, sono una rappresentazione impietosa della realtà umana e terrena, attaccata violentemente per la sua caducità e vanità.”  fonte Wikipedia

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>