Vignette

“Dal libro alle narrazioni transmediali: nuovi scenari per le scuole e le biblioteche”

Verifica questa notizia !

Clicca sull’immagine per vedere le iniziative in Umbria

L’Umbria sfodera i suoi progetti trasnmediali e si propone in modo innovativo e intelligente nel panorama della cultura digitale.

Di fronte a una platea di studenti superiori, peraltro molto interessati al dibattito moderato da Olimpia Bartolucci, si é dato luogo alla presentazione del progetto volt@ smart school finalizzato alla realizzazione di una scuola digitale basata sul coinvolgimeno didattico e partecipativo di tutti i protagonisti della vita della scuola.

Decisamente interessante e suggestivo é stato l’intervento di Arturo di Corinto che dopo alcune battute, invero un po’ schematiche, sulle opportunità derivate dalle soluzioni open source ha effettuato una interessante disamina sulla insufficienza delle norme a tutela del diritto d’autore rispetto alle mutate esigenze dell’ecosistema del libro.

Riporto di seguito un passaggio dell’intervento di Di Corinto che mi ha trovato del tutto d’accordo:

Diritto d’autore non é un diritto naturale, nasce nel 1710 (regina anna) per disciplinare una vertenza fra editori/stampatori e gli autori. Esso nasce in realtà per controllare chi erano gli autori, la produzione dell’opera cioé come strumento di controllo cosí come é ancora oggi, legge fascista del 1941. Piú cose leggiamo, piú aumenta la possibilità di scelta delle persone.

Il diritto di autore é importante ma va ripensato, non protegge piú il vino ma protegge la bottiglia, é ormai un modo per mantenere una casta di parassiti di burocrati che devono accettare l’idea che c’é una trasformazione. Quando parliamo di libro e di lettura parliamo consapevolezza e quindi libertà.

Riutilizzare il patrimonio culturale esistente evitando di farci criminalizzare, il remix é l’essenza stessa della originalità ma se ci sono leggi sbagliate abbiamo un problema.”

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>