Vignette

Ponte d’Oddi ecco il piano sicurezza – intervista pubblicata su Il Messaggero del 30.12.2012

Verifica questa notizia !
Dopo mesi di proteste e di lotte, l’inizio del 2013 diventa cruciale per la vicenda sicurezza a Ponte d’Oddi. 

L’annunciato addio della caserma dei carabinieri (la Fortebraccio è destinata a spostarsi in via Fabbretti a due passi dall’università) resta ancora un nervo scoperto, anche se ci sono spiragli importanti per arrivare a una soluzione che possa garantire la presenza delle divise chiesta a gran voce dai residenti che hanno dato vita a un Comitato.

«La soluzione- spiega Nicola Mariuccini, consigliere comunale delegato dal sindaco Wladimiro Boccali per la ex terza e quarta circoscrizione- prevede la possibilità di una presenza interforze di polizia municipale e polizia provinciale. Non c’è ancora nulla di definito da un punto di vista operativo, ma credo che si possa pensare a un impegno su diverse ore della giornata, fino al pomeriggio».

Quella raccontata da Mariuccini è ben più di un’ipotesi su cui hanno lavorato il sindaco Boccali e l’assessore provinciale Mignini. Il Comune sposterebbe da Elce l’attuale presidio. E l’occasione potrebbe diventare buona anche per dare un punto di riferimento comune alle associazioni del territorio, compreso il Comitato nato per chiedere sicurezza e difendere la caserma dei carabinieri.

Ancora Mariuccini:«Il nodo è quello della sede. Tra le ipotesi c’è quella di riutilizzare il primo piano dei locali che hanno ospitato i carabinieri ma ci sono anche altre soluzioni con trattative avviate.

Si sta pensando anche di trovare uno spazio in cui possano riunirsi insieme le varie associazioni presenti sul territorio. Sarebbe un bel segnale di presenza dell’Ente locale e di collaborazione con il territorio».

Ma non c’è solo la questione sicurezza che tiene banco nella zona. E Nicola Mariuccini ricorda le idee che con l’anno nuovo potranno diventare progetti.

Per esempio verrà risistemata la rampa di accesso al centro commerciale che rischia di essere una barriere architettonica.

Così sarà anche più facile raggiungere la sala scherma.

E poi in calendario lavori per il campetto da calcetto utilizzato dal dopo scuola della parrocchia .Ma ci sono sul tappeto anche i nodi della viabilità. Per esempio le auto troppo veloci lungo la discesa di Santa Caterina (zona Telecom) e il senso unico legato alla rotatoria di Rimbocchi.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>