Vignette

Pedonalizzazione fra Corso Bersaglieri e dintorni a Perugia – il mio intervento in commissione consiliare

Verifica questa notizia !

vista aerea dello slargo fra corso bersaglieri e via cialdini a Perugia

In commissione urbanistica del Consiglio comunale di Perugia si è tenuto ieri un dibattito sulla viabilità dell’area da Porta Pesa a Monteluce.

L’assessore Ciccone ha rendicontato di come sia stato sollecitato dai residenti rappresentati dalla associazione Rivivi il borgo S.antonio a interessarsi degli aspetti legati alla progressiva pedonalizzazione di Corso Bersaglieri e zone limitrofe, dando conto del buon lavoro svolto dall’associazione in termini di condivisione del progetto.

Io ho dichiarato di “aver apprezzato il realismo e la progettualità con cui si sta operando,con l’obiettivo di coniugare esigenze diverse: da una parte il traffico veicolare, dall’ altra la vivibilità della zona. A tutti sono noti i problemi di quell’area. Credo che, per risolverli, debbano necessariamente essere assunti dei provvedimenti, ma attraverso due precise modalità.Dovrà trattarsi, per un verso, di provvedimenti sperimentali e, dall’ altro, di soluzioni graduali che consentano a residenti ed utenti di recepirle nel corso del tempo e non all’ improvviso, da un giorno all’ altro. Quella, in ogni caso, è un’area vitale, la cui vivibilità è amplificata nei periodi in cui si incentiva la pedonalizzazione. Ben venga, dunque, l’attenzione puntuale manifestata dall’ Amministrazione per contribuire a riqualificare la zona”.

Credo che abbia ragione in materia l’ing. Naldini che ha sostenuto che “il problema del transito lungo Via Bersaglieri deriva dal fatto che  l’area ha una geometria tale che, oggi, con le auto in sosta su entrambi i lati, costringe i pedoni letteralmente ad“arrampicarsi” per passare. Ciò rappresenta una situazione di grande rischio per l’incolumità delle persone e mal si sposa con la riqualificazione del quartiere. Su questo problema,quindi, è prioritario intervenire”.

Il borgo fra l’altro è stato recentemente inserito nel Club dei borghi più belli d’Italia unico quartiere cittadino e non invece borgo comunale ad essere insignito di questo importante riconoscimento che tuttavia implica l’introduzione di misure volte al miglioramento della vivibilità e dell’ecosistema urbano.

Leggi l’intero articolo di Consiglio regionale informa clicca qui

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>