Vignette

Perugina-Nestlé, la crisi è industriale e nazionale non aziendale. Il Comune di Perugia tenga la guardia alta

Verifica questa notizia !

hp-innamorati

Il Comune di Perugia ha cercato di rassicurare la cittadinanza sulla portata della crisi che investe il plesso  produttivo di San Sisto della multinazionale del cioccolato

Rispondendo a una interrogazione consiliare l’assessore Fioroni ha infatti dichiarato: «La situazione è un po’ meno grave di come è apparsa finora»

La Rsu della CGIL ha avuto parole aspre nei confronti della dichiarazione dell’assessore che sembra in effetti minimizzare la portata della crisi.

La valutazione espressa da Fioroni sembra dimenticare che i parametri commerciali di una azienda multinazionale quale è la Nestlè non possono essere analizzati alla stregua di una azienda locale, valutando l’andamento di mercato di un plesso, quello di San Sisto, senza tenere conto del quadro commerciale nazionale e internazionale.

Sul piatto ci sono invece le decisioni sui piani di produzione della Nestlè, che ha intenzione di riorganizzare l’apparato produttivo e distributivo e che dovrebbe fare i conti con il sito di Perugia, che è strategico sia per i volumi relativi nei confronti di altri plessi del paese ma soprattutto per la qualità specifica del prodotto Bacio.

Sembra pertanto logico invitare il Comune di Perugia a lavorare per tenere alta la voce di Perugia in un momento così delicato e a stare vicino ai lavoratori rappresentandone le difficoltà oggettive e le preoccupazioni di orizzonte.

In precedenti occasioni il ruolo delle istituzioni fu decisivo per il mantenimento dei livelli produttivi e occupazionali.

Teniamo la guardia alta

Tu cosa ne pensi?

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>