Vignette

Taca Banda – Perugia pilota del progetto Open Fiber – Sfruttiamo il vantaggio

Verifica questa notizia !

DSC_6994Perugia è pronta ad accettare la sfida di capitale digitale del paese.

In un mondo di progetti la <<decadenza della città>> concerne soprattutto forme rizomatiche inadeguate, <<le cattive reti>>“. Luc Boltanski

Essere città pilota del progetto Open fiber, che porterà la banda larga in tutto il paese colmando così, in pochissimo il divario digitale che vede l’Italia fanalino di coda d’Europa sulla dotazione infrastrutturale di un settore decisivo per lo sviluppo e la competitività, impone a tutti uno scatto di fantasia, di attivismo, di investimento e non solo di orgoglio e rivendicazione.

Vivere di solo orgoglio questi due anni di vantaggio ci condurrebbe infatti, al momento in cui il progetto prenderà piede nelle altre città del paese, a ritrovarci con un pugno di mosche e a usare l’enorme dotazione di banda solo nelle forme tradizionali e cioè per attivare servizi di accesso alle grandi piattaforme internazionali (TV e video giochi on line) con un paio di anni di anticipo rispetto al resto di Italia.

Non sembra granché rispetto all’opportunità offerta dal governo Renzi.

Altro invece, come si è cercato di fare con qualche successo lunedì scorso al Caffè di Perugia, è mettere al lavoro, allo stesso tavolo, l’ateneo, le scuole, il mondo dell’impresa e degli operatori digitali, il mondo delle istituzioni, la politica e il credito per sviluppare un prodotto a codice umbro che parli di Perugia città all’avanguardia nei servizi digitali.

Si è parlato di smart city, di fabbrica 4.0, di scuola e di didattica digitale, di spin off, di sicurezza informatica e di formazione di cultura digitale e di valore professionale.

Il tutto in un clima di concordia politica e nella piena consapevolezza, da cittadini, che attardarsi nella polemica o nella rivendicazione sarebbe una esiziale perdita di tempo, esattamente quello che non abbiamo.

Nella foto: Valeria cardinali, Giampiero Giulietti, Nicola Mariuccini, Marcello Suigo (Vodafone) Flavio Arzarello (PD Nazionale)

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>